CHE FINE HA FATTO LA GINNASTICA  AEROBICA?

Jane-Fonda-workout-DVDDall’aerobica degli anni ’80 alle molteplici discipline di oggi:
la “storia” del fitness a tempo di musica.

Ne sono certo, quando si dice nella stessa frase “Aerobica” e “anni ‘80” vi viene subito in mente una in formissima Jane Fonda in body e scaldamuscoli dico bene?

Si è vero, ha portato al successo la ginnastica aerobica lanciando il suo primo VHS il 24 aprile del 1982!

Torneremo tra poco a parlare della regina dell’Aerobic Dance (davanti alla quale mi prostrerei) perché ho una curiosità da raccontarvi.

Ma quando è nato in realtà l’allenamento a tempo di musica?

Non ci crederete, ma dal primo “Jane Fonda’s Workout” dobbiamoAmerican actress Jane Fonda during a work-out session, circa 1985. Photographed in California by Harry Langdon. (Photo by Paul Popper/Popperfoto/Getty Images) prendere la macchina del tempo e tornare indietro di altri 13 anni.

Si, nel 1969. Sono certo che pochi si aspettavano una data così lontana.

Quindi se sei curioso di sapere com’è nato il fitness a tempo di musica… mettiti comodo perché ho un’interessante storia per te.

Forse al 1969 è più facile associare il primo uomo sulla luna, mi rendo conto che come notizia nel mondo ha fatto decisamente più rumore.

Ma per quanto possa sembrarti strano il primo uomo sulla luna, e il primo workout a tempo di musica hanno più cose in comune di quanto pensi.

Forse i più esperti e addetti ai lavori hanno sentito parlare di Kenneth Cooper, o meglio hanno sentito più volte il suo cognome: Cooper.

Kenneth CooperEsempi: la formula di Cooper per calcolare la frequenza cardiaca allenante. Il test di Cooper, usato ancora nelle scuole superiori, che serve per misurare il massimo consumo di ossigeno (VO2Max) di un soggetto.

Inizialmente il termine “aerobico” era usato solo a livello scientifico, e si riferiva all’attività metabolica delle cellule per produrre energia attraverso il fenomeno dell’ossidazione.

Per i più curiosi, la parola “Aerobic” è per metà di origine latina “aer” che significa aria e per metà di origine greca “bios” che significa vita.

Ma torniamo al nostro nuovo amico Kenneth Cooper. Era dottore eastronauti ricercatore presso la NASA e fu incaricato di allenare gli astronauti. E’ proprio lui che attraverso studi (molto complessi) ha utilizzato per la prima volta il termine “aerobico” relativo all’esercizio fisico.

Infatti pubblicò nel 1968 il primo libro che ne parlava “Aerobics” seguito da diversi altri, con milioni di copie vendute.

Ora cerco di spiegarvi un po’ che cosa ha fatto il ricercatore Kenneth Cooper.
Molti di noi sanno che, quando facciamo un’attività fisica, non troppo intensa, e protratta per almeno 20 minuti stiamo stimolando il nostro sistema aerobico e utilizzando più lipidi (grassi) per produrre ATP (energia). Diciamo detta molto in breve.

Ebbene, proprio questo fu il lavoro di Kenneth Cooper, scoprire in quale modo è possibile scientificamente fare un “allenamento cardiovascolare”. Nacque così la formula di Cooper e la frequenza cardiaca allenante, che fanno praticamente parte di ogni manuale di fitness dei giorni nostri.

Di fatto i suoi esperimenti si basarono principalmente sulla corsa.

Ma noi dobbiamo tornare al nostro tanto amato allenamento a tempo di musica…

Jacki SorensenFu l’insegnante di educazione fisica Jackie Sorensen nel 1969 (quindi un anno più tardi) a prendere la palla al balzo (e in questo caso Real Ball non c’entra) parlando al signor Cooper dell’idea di poter fare allenamento aerobico a tempo di musica.

Beh, l’idea fu colta al volo, tant’è vero che le prime lezioni furono tenute per le mogli dei militari USA (notare come già nel nascere gli uomini l’avessero scartata).

La signorina Sorensen (e a questo punto direi tanto di cappello), fuse il jogging con la danza mettendo il tutto in musica. L’allenamento prevedeva una parte di riscaldamento, la fase cardiovascolare con i movimenti e passi codificati dalla Sorensen, ed infine il lavoro muscolare dedicato agli inestetismi femminili. Tutto rigorosamente a tempo di musica.

Un anno più tardi la geniale Sorensen fonda nel New Jersey
l’ ”Aerobic Dancing Inc.”, il primo studio dove si offrivano lezioni di Aerobic Dancing al pubblico.

Eh si cari colleghi e amici… era il lontano 1970 quando le persone si aerobic dancingiscrivevano ai primi corsi di fitness a tempo di musica.

Da li in poi l’Aerobic Dancing iniziò a diffondersi negli Stati Uniti, tant’è che alla fine degli anni ’80 contava circa 50.000 praticanti.

La Sorensen possiede tutt’ora il suo studio Aerobic Dansing Inc.,e  negli anni a venire creò un franchising, con diversi punti negli Stati Uniti ma anche in Australia. Questi punti franchising sono diretti da ragazze da lei formate.

Come a volte accade, la persona che viene associata ad un nuovo “trend” non è in realtà l’ideatrice/fondatrice, ma quella che lo ha portato al successo. Infatti, tornando all’inizio dell’articolo, quando  si sente parlare di Aerobic Dance nessuno associa il nome della Sorensen.

Jane FondaEra infatti il 1982 quando la già due volte premio oscar e figlia d’arte Jane Fonda lancia il suo primo Aerobic Dance Workout. L’impatto col pubblico è decisamente più notevole, e la allora già 44 enne Jane entra nelle case di migliaia di donne attraverso i VHS. Aumentò persino la vendita di videoregistratori.

Erano gli anni degli scaldamuscoli, la fascia in testa, il body
e il 5-6-7-8…

Che cosa è successo poi? L’aerobica entrò nelle palestre di mezzo mondo. Era divertente, a tempo di musica, se ne sentiva il beneficio ma soprattutto era facile da eseguire.

Quello che è successo dopo quindi, è che i presenter prima, e gli istruttori poi, sono andati via via complicando quella che era e avrebbe dovuto rimanere una lezione divertente e semplice.

Con l’arrivo degli anni ’90, e anche di tante altre discipline fitness a tempo di musica, l’aerobica iniziò ad avere un calo. I motivi sono diversi: stava diventando troppo complessa, coreografata e come sappiamo, c’è un inizio ed una fine ad ogni cosa.

Oggi la “ginnastica aerobica” viene regolarmente praticata in Italia, generalmente prende il nome di Aero Dance e la potete trovare in tantissimi eventi di fitness e convention. Ovvio non ha con il pubblico lo stesso riscontro che aveva una volta, ma negli anni si è creata un’affezionatissima nicchia che impazzisce per l’Aero Dance.

Negli anni ’90 è nata anche l’Aerobica Competitiva, che prevede l’esecuzione di coreografie di ginnastica aerobica a squadre.

Torniamo un attimo alla mitica Jane, negli anni ‘80 sparì dal grande schermo per dedicarsi ai suoi VHS di aerobica. Fino a quando decise di smettere, per tornare a fare l’attrice.

Ma quello che non sapete forse è che, qualche anno fa, alla Jane Fonda grandeveneranda età di 73 anni la signora Fonda è rientrata nel mondo del fitness, dedicando i nuovi DVD alle persone un po’ più in la con l’età.

Ed eccoci alle conclusioni…

Spero che questo articolo vi sia piaciuto. A me piace molto scavare nel passato e scoprire come tutto è nato, questo per quanto riguarda il fitness o qualsiasi altro argomento.

Soprattutto spero con tutto il cuore che leggano questo articolo i nuovi istruttori di oggi. Intendo quelli più giovani, che fino ad ora avevano solo sentito vagamente parlare dell’aerobica degli anni ’80, e quel modo di allenarsi così vintage…

Ma… ho ancora un paio di cose da dirvi. Le prime rivolte a tutti, e l’ultima principalmente agli addetti ai lavori.

  1. Se siete nostalgici e vi piacerebbe sgambettare con la “Vintage Aerobica” e musiche anni ’80 con la mitica Jane, qui sotto trovate il link per acquistare il suo DVD. Eh si, le mode cambiano, ma lei è riuscita con nonchalance a passare dal VHS al DVD. Tutti i link sotto elencati portano ad Amazon, la certezza degli acquisti on-line. 

  1. Se invece desiderate un WorkOut più tranquillo, di una in formissima Jane ultra 70 enne allora scegli il DVD Jane Fonda Prime Time Fit & Strong.

  1. I più curiosi che non smettono mai di scoprire e imparare possono leggere il libro dell’illustre Kenneth Cooper: Aerobica

  1. Ultima cosa ma non per importanza.
    Per gli istruttori di oggi, che volessero imparare l’aerobica, (intendo quella dei giorni nostri) e quindi insegnarla con una certificazione riconosciuta in Italia. Potete frequentare il corso di Fitness Musicale, che tengo personalmente io. Oltre all’aerobica vengono trattati tanti altri temi: step, tonificazione, stretching, biomeccanica e anatomia.
    Inoltre, il corso di Fitness Musicale oggi è necessario per regolarizzare la posizione di istruttore, poiché dopo l’esame viene rilasciato il Diploma di Istruttore dall’ente sportivo ACSI riconosciuto dal CONI.
    Se vuoi più informazioni clicca pure su CONTATTAMI nel menù e inviami un messaggio.
    ALT!

Se ti è piaciuto l’articolo gentilmente, fammi sapere cosa ne pensi lasciando un commento qui sotto.
Puoi commentare sia con il tuo profilo FaceBook che con il tuo indirizzo email

E’ gradito un LIKE e una condivisione 🙂

Se vuoi rimanere aggiornato sui prossimi articoli, eventi e tutto ciò che organizzerò e creerò in futuro, iscriviti alla mia newsletter cliccando qui sotto, saprai sempre tutto prima di tutti!

ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER

Un abbraccio.

Salvo Oliverio

Loading Facebook Comments ...
  1. 18 Agosto 2016

    Complimenti davvero !!!!….per un attimo mi è sembrato di essere tornata all università e di preparare un esame di storia del fitness ?……..
    Battuta a parte , molto piacevole l articolo e il viaggio nel tempo che mi ha suscitato leggerlo…..
    Ricordo una quindicenne in calzamaglia (ma senza scaldamuscoli) alle prese con le colonne sonore dei più famosi musical, che si dimenava x rendere le lezioni delle sue allieve più piacevoli ……..e una più ” matura” insegnante ( con tanto di bandana in fronte ?) che creava coreografie piuttosto semplici, ma che si divertiva talmente tanto da far ripetere la coreografia sempre .”ANCORA UNA VOLTA ”
    Complimenti ancora. …….provvederò a recuperare il CD x Ultra70enni?
    A presto !!!

    • 19 Agosto 2016

      Ciao Monia! Mi fa superpiacere il tuo tuffo nel passato… io direi di puntare sul workout anni 80 e non quello più tranquillo diciamo:-)

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

Logo_footer   
     © 2015 Real Ball Fitness | Bounce and Smile...

Follow us: