La guida dettagliata su come tenere le lezioni di fitness on-line

Come vi siete organizzate/i con le vostre lezioni?
Avete continuato ad insegnare on-line?

Di fatto qui a Milano tutto cominciò parecchio tempo fa, e infatti ricordo che ho tenuto la mia prima lezione on-line il lontano 25 febbraio 2020.

Direi in tempi ancora ben lontani dal primo lockdown.

Questo perché qui in Lombardia chiusero le palestre almeno 2-3 settimane prima rispetto alle altre regioni e a me l’idea venne subito il giorno dopo la chiusura.

Ancora non avevo visto nessuna diretta, ancora non si parlava di ZOOM.

ZOOM lo iniziai ad usare la settimana dopo, ma anche in questo caso non avevo preso spunto dal fitness, dato che ancora nessuno lo usava, ma da un evento sull’alimentazione che avevo seguito su ZOOM nel gennaio 2020.

Le lezioni On-Line su FaceBook e Zoom sono sufficienti per gestire il tutto?

Più o meno sì… anche se effettivamente si può fare di più.

Intanto è meglio la diretta ZOOM o la diretta FACEBOOK?

Meglio vedere le nostre allieve o meglio che ci vedano solo loro?

Sono due modi diversi di tenere le lezioni on-line, entrambe hanno i loro pro e contro, ora cerco di sviscerare un po’ il tutto.

LA DIRETTA FACEBOOK

E’ molto pratica, nel senso che puoi attaccare al volo il telefono e farla un po’ dove ti pare.

Dove si tiene la diretta FaceBook?

Beh io direi in gruppo privato dedicato agli allievi.

Se poi vuoi fare dirette gratuite per tutti fai come ti pare, però già il periodo è quello che è.

Ci può stare fare qualche lezione gratuita all’inizio ma poi bisogna monetizzare.

Quindi su FaceBook l’unico modo per fare la lezione per un gruppo ristretto e creare appunto un gruppo FaceBook.

Ricordati ovviamente di mettere l’impostazione PRIVATO.

Un gruppo FaceBook è molto più professionale di quanto pensi, e lo usano anche i coach super esperti e famosi.

Intanto per cominciare un gruppo FaceBook deve avere un regolamento, perché comunque non è gioco e diventa il nostro lavoro.

E’ un’aggregazione, per quanto virtuale sia è comunque un posto dove ci si aggrega.

Le persone non sono tutte uguali (per fortuna) e possono avere idee diverse, se i gruppi sono numerosi può succedere che ci siano diversità di opinioni.

Quindi si scrive un bel regolamento (non il codice penale), ma delle regole dove si spiega in cosa consiste il gruppo.

Specificando:

– Si rimane nel gruppo fintanto che si è iscritti, oppure si viene allontanati dal gruppo se si scrivono frasi razziste/omofobe/politiche ecc.
Lo so che sembra banale, ma meglio specificare tutto.
Poi magari conosci alla perfezione le tue allieve, ma mi auguro per te che troverai sia on-line che off-line anche nuove allieve.
Quindi persone che non conosci alla perfezione.

  • Eventualmente specifica se anche loro possono pubblicare contenuti nel gruppo e anche che tipo di contenuti.
    Se uno pubblica la foto della ricetta del giorno ha un senso?
    Magari per voi si, però specifica bene il tutto

    – Scrivi gli eventuali orari delle dirette e le istruzioni per seguirle, gli attrezzi da usare, quello che devono preparare ecc.

    – Cerca di rispondere a tutte le “tipiche” domande che ti fanno, così eviterai di dire sempre le stesse cose.


– Lascia anche i tuoi recapiti specificando che ti possono contattare quando vogliono.
Le persone si sentono più sicure se sanno di poter contare su qualcuno che gli risponde in qualsiasi momento (o quasi).

  • Specifica se nel gruppo verranno salvate le dirette, o se caricherai altri video o comunque dì nel dettaglio tutto ciò che è compreso nel tuo “abbonamento”

Dove si pubblica il regolamento?
Beh bisogna fare un Post nel gruppo, però è un Post particolare.

Dopo che lo hai scritto, clicca in alto a destra sui 3 puntini perché devi cambiare un paio di impostazioni.

Devi cliccare prima su CONTRASSEGNA COME COMUNICAZIONE e poi su FISSA IN ALTO.

In questo modo il Post verrà visualizzato non appena si entra nel gruppo.
Il che significa che quando le aggiungerai al gruppo sarà il primo post che vedranno.

Come gestire le dirette?

Dunque il limite delle dirette FaceBook è che loro possono vedere te ma tu non puoi vedere loro, e ovviamente non si possono vedere tra di loro.

Perché lo chiamo limite?

Beh perché la palestra, i corsi, le lezioni di gruppo sono basate sulla socialità dell’uomo.

Sull’aggregarsi, stare in gruppo, spettegolare…

Se elimini tutto questo, elimini una buona parte del nostro lavoro.

Perché parliamoci chiaro, se l’obiettivo dei tuoi allievi fosse solo “allenarsi un po’”, su youtube è pieno di video gratuiti e trovano anche sicuramente delle dirette gratuite.

Ma loro hanno bisogno di far parte di un gruppo, di avere un leader, e di qualcuno che gli dia istruzioni dettagliate su come fare il tutto.

Per quanto riguarda l’on-line diventa tutto più complicato, però dobbiamo in qualche modo mantenere il più possibile la parte “sociale”.

Diciamo che in questo senso ZOOM ci viene in aiuto, perché dà più l’idea di essere in una classe.

Oltretutto tutti quanti possono sentire ciò che dicono gli altri, perlomeno all’inizio quando ci si collega, e non è una cosa da poco.

In ogni caso se facciamo una diretta FaceBook dobbiamo sforzarci di collegarci qualche minuto prima e chiedere ai nostri clienti: come stai, come va, hai fatto questo, hai fatto quest’altro.

Magari anche ricordandoci delle loro magagne e i loro problemi.
Fa parte del nostro lavoro off-line e deve far parte del nostro lavoro anche on-line.

Un’altra pecca di FaceBook è che ci dà noia se usiamo musica della quale non possediamo i diritti d’autore, e devo dire che ultimamente è molto più agguerrito.

In pratica dopo un po’ di minuti di diretta (circa 30) compare un messaggio che dice che stai usando musica che non puoi utilizzare, dopodiché FaceBook blocca la diretta.

L’unico escamotage che ho visto funzionare è quello di stoppare la diretta dopo mezz’ora, e riaprirne un’altra.
Non è molto bello ma è l’unico modo e comunque funziona.

Un’altra bella funzione del gruppo è poter lasciare delle lezioni caricate in modo che gli allievi le possano vedere in altri momenti.

Diciamo che lasciare il semplice POST nel gruppo, è sicuramente utile ma non è il massimo della professionalità.

Perché?

Beh perché nel gruppo i Post non rimangono in base alla data di pubblicazione ma in una maniera che sembra casuale.

Se hai già un gruppo sicuramente lo avrai notato.

Che ordine hanno i Post?
Non in base alla data di pubblicazione ma in base all’importanza.
Quindi in base ai LIKE e ai commenti.

Oltretutto tornando al discorso della musica, FaceBook potrebbe decidere di eliminare l’audio al tuo video, quindi diventa inutilizzabile.

Allora come possiamo mettere in ordine e belli precisi tutti i nostri allenamenti nel gruppo?

Attraverso una sezione del gruppo che si chiama UNITA’.
In questa sezione potrai pubblicare tutti i tuoi video, divisi per argomento.
Con tutti i titoli ecc.

Però… devi prima registrare i video.
Magari li puoi registrare durante le dirette, ma comunque vanno registrati.
Vuol dire che ti serve una telecamera o al limite un altro telefono.

L’unica pecca è che ci mette un bel po’ a caricarli.
Un’alternativa è pubblicarli su VIMEO, che è una piattaforma che serve appunto per caricare video.
Definiamolo un po’ come il YOUTUBE dei professionisti.

Esiste un profilo gratuito per pubblicare qualcosina, poi più si vuole pubblicare nella piattaforma e più bisogna pagare.

Io personalmente l’ho trovata molto utile.
Poi da VIMEO copi il LINK e lo puoi mettere nelle unità.

In questo modo i tuoi allievi hanno una video-teca ordinata e professionale.
Tra l’altro VIMEO non rompe le scatole per la musica, quindi prendi 2 piccioni con una fava.

E ZOOM?

E ZOOM… vivaddio che esiste.

Quando l’ho scoperto (e ti parlo di fine febbraio 2020) non mi sembrava vero, mi sembrava il futuro, ero gasatissimo.

Più che altro perché non lo avevo mai usato, e ancora non lo avevo mai visto usare.
Poi di lì a poco non si è fatto che parlare d’altro che di ZOOM.

Dunque su ZOOM la parte sociale funziona benissimo.
Si può parlare, chiacchierare un po’.
Di certo non è che tutti hanno sempre voglia di chiacchierare e nemmeno tu, però almeno in qualche modo ci si vede in “faccia” e si interagisce.

Se si usa ZOOM ovviamente serve un computer, perché altrimenti non hai il quadro generale della situazione e non riesci a vedere comodamente tutti.

Anche ZOOM fortunatamente non dà problemi per quanto riguarda la musica.
Però devo dire che su FB la musica si sente meglio, e anche la qualità dell’immagine è migliore su un telefono.

Gli SmartPhone hanno in generale delle VideoCamere super-potenti, le web-cam tendenzialmente non hanno una grande qualità di immagine.
Poi dipende dal costo della webcam.
Ma per una buona web-cam ci vogliono cifre belle grosse.

Quando si tiene la lezione su ZOOM l’ideale è togliere l’audio a tutti gli allievi.
Perché ZOOM ha una funziona automatica che inquadra e mostra chi in quel momento sta parlando o comunque emettendo suoni.

Quindi dopo i vari saluti, si toglie l’audio a tutti e glielo si rimette alla fine in modo da non creare confusione.
A proposito ZOOM è a pagamento, però per fortuna ha un costo contenuto.

Detto questo… magari preferisci le dirette FaceBook, pero ricorda che ZOOM ha una parte sociale che FaceBook non ha che come ti ho già detto è importante.

Io personalmente li uso entrambi contemporaneamente.
Se poi c’è qualcuna che su ZOOM non ci viene mai, cerco di invitarla ad usarlo di tanto in tanto in modo che ci salutiamo vedendoci “faccia a faccia”.

Quelle che vedi su ZOOM tornano sempre.

Quelle seguono su FaceBook abbandonano raramente, ma qualcuna lo fa.

Quelle che seguono solo le registrazioni hanno un alto tasso di abbandono.

Come vedi la socialità è direttamente proporzionale alle fidelizzazione.
Perlomeno questo è quello che ho notato.

Tieni conto che ho smesso con le lezioni on-line a luglio e ho ripreso ad ottobre… in pratica le porto avanti da quasi un anno.
Per un totale di 12 lezioni a settimana e quintali e quintali di video registrati.

Quindi diciamo che l’on-line me lo sono vissuto per bene.

BUON LAVORO ON-LINE A TUTTI

ALT! FERMA/O LI!

Ho scritto un libro dedicato completamente a noi istruttori della sal corsi.
Dove ho sviscerato tutti i problemi che vivamo ogni giorno.

Clicca qui sotto per leggere tutte le Info

LA BIBBIA DELL’ISTRUTTORE DELLA SALA CORSI

Facebook Comments
Loading Facebook Comments ...
Write a comment:

*

Your email address will not be published.

Logo_footer   
     © 2015 Real Ball Fitness | Bounce and Smile...

Follow us: